Venerdì 29 maggio, “1914-18: parole dal fronte” a Villanova di Camposampiero

Venerdì 29 maggio presentazione del libro “1914-18: PAROLE DAL FRONTE” di Saverio Mirijello.

“Il conflitto mondiale del 1914-18 vide nascere una grande varietà di parole ed espressioni, e grazie al loro normale utilizzo i soldati, senza dimenticare i rispettivi dialetti regionali, iniziarono finalmente a parlare una comune lingua nazionale, raggiungendo così, insieme con l’unità delle forze, anche quella spirituale.
I vocaboli della nuova lingua parlata si diffusero tra i soldati in tutte le forme, originati dal gergo della “prima linea”, dalla disciplina di caserma o introdotti dalla terminologia tecnica, comprendendo anche i cosiddetti “passatempo” pubblicati sui fogli di trincea e a torto sottovalutati nella loro utile funzione di introdurre, attraverso il gioco, parole che sarebbero poi divenute di uso abituale nella vita civile.
Il libro “1914-18: PAROLE DAL FRONTE” (con oltre 1.000 esempi riportati e spiegati) vuole apportare un contributo allo studio della genesi dei termini e dei modi di dire utilizzati nel corso della Grande Guerra confluiti poi, in larga parte, nel vocabolario della lingua italiana.
Si tratta così di un testo pensato per approfondire lo studio sia della comunicazione da e verso la trincea, sia del modo di esprimersi di uomini appartenuti ad un altro tempo, in un periodo che fu anche un laboratorio per la futura lingua italiana.”

Ore 20.45 presso il Centro Giovanni Paolo II, Piazza Luigi Mariutto a Villanova di Camposampiero (PD)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*