Il monumento ai Caduti di Sant’Angelo di Piove

Il monumento ai Caduti di Egisto Caldana a Sant'Angelo di Piove di Sacco

Al centro della piazza centrale di Sant’Angelo di Piove di Sacco, non a caso dedicata al IV Novembre nonostante su di essa si affacci imponente la chiesa, sorge uno dei più interessanti monumenti ai Caduti del padovano. Si tratta del monumento realizzato da Egisto Caldana, vicentino (1887-1961), uno dei più prolifici autori di monumenti pubblici (se ne contano almeno 66 in bronzo), gran parte dei quali dedicati ai caduti della Grande Guerra (ad esempio ad Arsiero, Breganze, Sarcedo). Lavorò nel Veneto ma anche a Latina.

Monum-Caduti-S_Angelo_Piove2Eretto a ricordo dei caduti della Grande guerra, il monumento di Sant’Angelo di Piove di Sacco è composto da un alto basamento sul quale posa il gruppo bronzeo che rappresenta alcuni soldati al fronte. Più tardi vi fu aggiunta una recinzione in ferro battuto, ora non più presente. (Si ringrazia per le notizie la dr.ssa Silvia Zava)

Da citare che, nella stessa piazza, sono presenti anche altre opere bronzee di un altro autore, Stefano Baschierato, le cui opere sono spesso state utilizzate – anche dopo la sua morte – in monumenti pubblici e ai Caduti, come è il caso proprio qui del San Giovanni Battista inserito nel monumento ai Caduti sul lavoro, a lato del Municipio (a destra della chiesa). Di fronte all’attiguo palazzo della Polizia municipale e dell’anagrafe c’è invece una Ballerina dello stesso Baschierato, al quale si devono anche le formelle del portale della chiesa. Nella sala consiliare comunale, che trova sede al piano terra dei condomini di fronte alla chiesa, si trova invece una settecentesca statua di San Michele arcangelo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*