Le targhe ai caduti della Grande Guerra nel cimitero di Saonara e Villatora

La targa a Romano Salmaso nel cimitero di Villatora di Saonara

All’interno del cimitero di Saonara si può trovare un monumento composto da una grande croce in cemento ed un libro in pietra aperto, posti entrambi su di una piccola montagnola. È stato costruito per ricordare i nomi di alcuni dei 50 soldati morti nell’ospedale da campo n. 058, installato nel 1917 presso la Villa Cittadella-Vigodarzere (attuale Villa Valmarana: si veda l’articolo Un ospedale da campo a villa Cittadella Vigodarzere).

Il trascorrere del tempo ha eroso la scritta che era stata impressa nel libro, rendendola ad oggi quasi impossibile da comprendere. Facendo alcune ricerche sono riuscito a risalire al testo originale:

All’ombra del più fulgido simbolo riposano perennemente le gloriose spoglie dei soldati morti all’ospedale 058. Canizzaro Lorenzo, Armisano Secondo, Franzoso Riccardo, Lucilli Vimo, Rossetti Cesare, Bergamo Pietro, Giacometti Silvio.

cimitero_Saonara
Monumento ai militari deceduti nell’ospedale da campo n. 058 posta nel cimitero di Saonara

Secondo l’Albo d’Oro dei Caduti 1915-1918, Franzoso Riccardo (di Giovanni) era un soldato del 48° reggimento fanteria, nato l’11 gennaio 1898 ad Adria (distretto militare di Rovigo) ed è morto il 25 giugno 1918 per ferite riportate in combattimento. Giacometti Silvio (di Angelo) era nato il 28 marzo 1886 a Sant’Ambrogio di Valpolicella (distretto militare di Verona) ed era un soldato del 1° reggimento del genio. Morì il 15 novembre 1918 per malattia. Rossetti Cesare nacque il 2 marzo 1887 a Mantova ed era Caporale del 2° reggimento fanteria. Spirò il 12 novembre 1918 per malattia. Al momento, rimangono sconosciute le informazioni riguardanti il resto dei nomi, mentre le salme degli altri soldati morti nell’ospedale da campo e seppelliti nel cimitero di Saonara vennero esumate dai parenti in epoche diverse.

Un altro manufatto interessante a ricordo dei caduti nella Grande Guerra si trova invece all’interno del cimitero di Villatora (frazione di Saonara). Nella parte nord della mura di cinta, appesa alla parete, è presente un marmo che ricorda il giovane Salmaso Romano, soldato del 256° fanteria, nato il 23 luglio 1898 e morto il 5 agosto 1917 all’ospedale da campo n. 006 per ferite riportate in combattimento. Sull’epigrafe presente nel cimitero vi è scritto:

Pace e riposo all’anima benedetta di Salmaso Romano che nella verde età di anni 19 nell’ospedale da campo di Forlé dopo poche ore di valoroso combattimento sul campo di battaglia addì 5 agosto 1917 lasciava la lagrimata spoglia. La madre desolata pose.

Mattia Massaro

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*